Piazza Affari crolla sui minimi 2018. Lusso e industriali ko

Moncler Fiat Chrysler Automobiles Telecom Italia STMicroelectronics Brembo
Si sono sostanzialmente mantenuti a galla i bancari che hanno chiuso in maniera contrastata. tiro al bersaglio su STM, rialzo in controtendenza per Telecom.
Non temere il crollo dei mercati!! Richiedi ora 9 Segnali di Trading Gratuiti al giorno, con una probabilità di successo dell’88% . Li riceverai direttamente via Sms.
Il rimbalzo di ieri si è rivelato decisamente effimero per Piazza Affari che a distanza di poche ore è tornata a perdere pesantemente terreno. La giornata odierna è stata caratterizzata da un movimento altalenante che ha visto il Ftse Mib attraversa più volte la linea della parità.
A partire dal pomeriggio si è avuto però un progressivo peggioramento, complice anche la brusca discesa accusata dagli altri listini europei, alimentata dalle vendite che stanno interessando in maniera decisa anche Wall Street dove il Nasdaq Composite perde oltre il 2%, seguito da Dow Jones e S&P500 in arretramento entrambi di circa un punto e mezzo.
Nessuna novità di rilievo è arrivata dall’audizione odierna del Ministro Tria alle Commissioni Bilancio di Camera e Senato. Nel corso del suo intervento il titolare del dicastero dell’economia ha difeso la manovra, bollando come eccessiva la reazione dei mercati, non giustificati dai fondamentali dell’economia e della finanza pubblica italiana.
Il ribasso odierno di Piazza Affari viene così giustificato principalmente alla luce di un sentiment negativo dominante un po’ ovunque, più che ad una difficoltà propria del nostro mercato. Da considerare infatti che sul fronte obbligazionario c’è stato qualche segnale di distensione, con lo spread BTP-Bund sceso al di sotto dei 296 punti base, in calo di quasi il 3%.
Questo non ha impedito però al Ftse Mib di archiviare la seduta in deciso calo a 19.719 punti, con una flessione dell’1,71%, ad un passo dai nuovi minimi dell’anno aggiornati ieri nell’intraday.